SAINDER®, L'EVENTO CULTURALE!

STORIE DI CIBO

Racconti, Vite, Esperienze e Ricette: Un progetto di Nadia Toppino

“STORIE DI CIBO NELLE TERRE DI EXPO”: interviste, ricette, aneddoti. Un progettolungo decenni!
Libro di Nadia Toppino e Roberta Rampini

Un progetto nato quasi per gioco, ad una cena mesi fa sui progetti Expo, e sulle numerose ricette che da tutto il mondo stavano giungendo a Milano. Da lì è nata l’idea, spinta proprio dal fatto che le Terre di Expo, quelle dei 16 comuni direttamente interessati dall’esposizione, quelli che vivono Expo più da vicino, quelli che si sono riuniti in un consorzio sotto il nome Terre di Expo, ecco proprio quelle terre, hanno storie di cibo e tradizioni da raccontare, ricche, come del resto in gran parte d’Italia….e la paura è che vadano perdute.
E’ così venuta l’idea di scrivere un libro, STORIE DI CIBO NELLE TERRE DI EXPO, un libro particolare: non un libro di ricette. O meglio non solo un libro di ricette. Un libro sul cibo in tutte le sue declinazioni. Cibo come nutrimento. Cultura, tradizione, socializzazione, lavoro, riscatto, narrazione, salute. Cibo da coltivare, acquistare, cucinare, condividere. Cibo che si fa storia da raccontare.
Ma non un cibo qualunque. Il libro ha come filo conduttore il cibo nelle Terre di Expo. Perché se è vero che Expo 2015 ha molto da dire sul tema "Nutrire il pianeta. Energia per la vita" è altrettanto vero che anche le Terre di Expo, quelle dell'hinterland di Milano, hanno molto da raccontare ai milioni di visitatori che da qui passeranno. Ricette conosciute, come il risotto allo zafferano o gli ossibuchi, riportate in tanti libri di cucina. Altre meno note scritte a mano su fogli ingialliti dal tempo dalle nonne come: la casoeula de cudigh, la brusela, la turta de pan poss. E intorno alle ricette anche aneddoti, tradizioni scritte e altre tramandate oralmente (pensanìga).
Nelle Terre di Expo ci sono storie di cibo che meritano di essere narrate. Questo libro non ha la presunzione di raccontarle tutte, ma vuole regalare uno spaccato di sapori e tradizioni. Dalle fabbriche note in tutto il mondo come la Citterio di Rho (con un’intervista unica al Signor Citterio, nipote del fondatore!) al mulino Sant'Elena di Pregnana Milanese che ancora oggi macina grano e produce farina, unico in funzione sul fiume Olona. Dalle vecchie trattorie e locande, al panetterie storico premiato per la sua unicità. Dalle ricette delle nonne nelle case di riposo fino all'esperienza dei detenuti del carcere di Bollate. Dalle chiacchiere con le mondine che lavoravano nelle risaie di questa zona alle informazioni storiche fornite dagli studiosi….storie di cibo di ogni tipo insomma!
Non mancano le ricette, quelle popolari, quelle che si facevano ai tempi di guerra, quelle che ancora oggi in alcune famiglie si cucinano a Natale o in occasioni particolari….e non mancano le ricette “stellate”, quelle regalateci dagli chef famosi delle nostre Terre, primo fra tutti Davide Oldani del D’O di Cornaredo, che si è raccontato nella sua capacità di unire la tradizione all’arte culinaria, nella sua cucina Pop, ricca di storie, di tradizioni e di studio.
In tutto questo lavoro è stato fondamentale anche il contributo della Rete: la pagina facebook Storie di Cibo nelle Terre di Expo pubblica da mesi i vari step delle attività di raccolta, come un vero e proprio Diario di Bordo, e i commenti degli utenti sono numerosi: c’è chi si limita a ricordare con malinconia alcune immagini, chi fornisce il prezioso contributo con dati e informazioni….un lavoro che continua e continuerà anche dopo la diffusone del libro, prevista a partire dai fine ottobre (nella fase DOPO EXPO) con eventi e degustazioni in un tour di Storie di Cibo davvero particolare. In ultimo, per chiudere il cerchio del messaggio di EXPO “Cibo energia per la vita” il libro ha finanziato e finanzia tutt’ora un progetto in Burkina Faso di scolarizzazione legata alla cucina; è stata finanziata una panetteria (costruita con pannelli solari) e le lezioni di panificazione per i “ragazzi di strada” di Ouagadougou.
Chi vuole seguire le Storie di Cibo e prenotare la sua copia del libro può farlo direttamente sulla pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Storie-di- CIBO-nelle-Terre-di-EXPO oppure scrivendo a nadia.toppino@gmail.com.

-->